Polpettine di Zucca “Percorso Nutrizione”

Per riuscire a mantenere uno stile di vita sano, è molto importante ampliare la varietà di ricette del proprio “ricettario”, così da non fare sempre gli stessi piatti sino alla noia.
Un mio mitico collega questa mattina in modo entusiasta mi ha detto che ieri ha cucinato una ricetta a prova di Percorso Nutrizione!
Ho provato a farla e il risultato è ottimo! Devo subito riproporvela!

JpegPolpettine di zucca

Ingredienti per 12/14 polpette:

  • 400 g di zucca già privata di buccia e tagliata in pezzi (scegliete la varietà che preferite, io avevo varietà “delica”)
  • 100 g di pangrattato + 20 g per la impanatura
  • 100 g di macinato (io ho usato suino + bovino in rapporto 1:1, per il ragù)
  • 1 uovo medio
  • olio EVO q.b.
  • aromi q.b. (a piacere – io ho usato timo, prezzemolo, rosmarino, pepe nero)
  • sale q.b.


Procedimento:

Mettere su una teglia della carta da forno e disporre sopra la zucca tagliata a pezzi. Cospargere con un po’ di sale e un filo d’olio. Cuocere in forno statico a 180° per 20/30 minuti (si può verificare la cottura con una forchetta, quando la zucca diventa bella morbida è pronta).
Nell’attesa lavare e tritare finemente gli aromi.

Mettere la zucca cotta su una scodella e schiacciare i pezzi con una forchetta fino ad ottenere una purea. Lasciar raffreddare.

Quindi aggiungere il pangrattato e il macinato, gli aromi e l’uovo intero. Mescolare il composto fino ad ottenere un impasto omogeneo. Se il composto risulta troppo molle aggiungere un po’ di pangrattato.


Con le mani leggermente umide formare delle palline. Ripassarle poi nuovamente nel pangrattato e disporle su una teglia con carta da forno.


Cuocere a 200° in forno statico per 20/30 minuti finché non saranno belle dorate!


Per rendere più dorate le polpette versare sopra una goccia di olio EVO. Inoltre per dare più sapore si può aggiungere anche un po’ di formaggio grattuggiato all’impasto. In questo caso diminuite la quantità di sale.

Grazie Andrea!

Happy Halloween and Buona Zucca!

zucche

Ci avviciniamo sempre più alla festa delle streghe, dei fantasmi e delle zucche!

Ormai siamo ad autunno inoltrato, le foglie di alcuni alberi si sono già tinte di rosso, giallo ed arancione e le temperature si stanno abbassando (anche se da poco quest’anno). Domani fuori da qualche casa compariranno occhi vispi e diabolici sorrisi illuminati dalle candele.

Attenti … guardatevi le spalle … le zucche di Halloween sono lì, ad ogni angolo. Vi osservano. Vi scrutano. Percepite il brivido che vi passa lungo la schiena?

Naaah ok, non sono mai stata tanto brava con le storie dell’orrore. Comunque sia un po’ per moda, un po’ per semplice desiderio di far festa Halloween un po’ di anni fa ha iniziato a spopolare anche in Italia.

A prescindere che vi piaccia o meno, siate d’accordo o in disaccordo volevo soffermarmi su un alimento caratterizzante della serata: … no, non le caramelle 😀 bensì la zucca!

Le zucche hanno un basso apporto calorico grazie ad un’alta concentrazione di acqua nella polpa (94%) e ad una bassissima percentuale di zuccheri semplici.

Come ci ricorda “Nutritevi dei colori della vita”, campagna di promozione e informazione di UNAPROA, ogni ortaggio ed ogni frutto di colore giallo-arancione è ricco di betacarotene. Il betacarotene, ovvero il precursore della vitamina A, è utile per la salute della pelle, delle mucose e della vista.

La zucca inoltre contiene tanta Vitamina C, che aiuta la guarigione delle ferite, attenua i dolori articolari, riduce gli effetti negativi dello stress e previene le malattie degenerative, e tanta Vitamina E.

100g di polpa di zucca gialla e cruda contengono:

Energia   18 kcal
Acqua   94 g
Carboidrati   3,5 g
Proteine   1 g
Lipidi   0,1 g

Minerali:
Ferro   0,9 mg
Fosforo   40 mg
Potassio   202 mg 
Zinco   0,2 mg

Vitamine:
A   599 µg
B   0,03 mg
C   9 mg
D    5 mg
E   1,06 mg
Betacarotene   3594 µg

zucche-di-halloween-buffe-300x225

A voi come piace mangiare la zucca?
Fatemelo sapere e se avete qualche dubbio scrivetemi!

Buon Halloween e Buona Zucca a tutti!!!

p.s. lo so è anche la festa dei dolcetti e delle caramelle. Qualcuno è concesso, ma senza esagerare! 😉

 

Fonti:
CREA – Centro di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione.
BDA – Banca Dati di Composizione degli Alimenti per Studi Epidemiologici