Merluzzo, broccoli e pomodorini.

merluzzo pomodori broccoli

Questa sera: 

Merluzzo, broccoli e pomodorini datterini

I broccoli cuoceteli al vapore per preservare tutte le sostanze nutritive. Pomodorini e merluzzo li ho semplicemente saltati in padella con un cucchiaino di olio.

  • Il merluzzo è ricchissimo di proteine e aminoacidi essenziali. Possiede Vitamine del gruppo B e alcuni minerali come potassio, fosforo, iodio e ferro. È un alimento dal tenore energetico molto basso: 91 kcal su 100 g
  • I broccoli sono caratterizzati dall’essere ricchi d’acqua, poveri di calorie, grassi e zuccheri, presentano un basso indice glicemico e un buon apporto di fibre e proteine. Sono particolarmente indicati nel dimagrimento e nella sana alimentazione e facilitano la digestione: 34 kcal su 100 g
  • I pomodorini datterini sono poveri di calorie è ricchi di sali minerali, vitamine e fibre.
    La loro componente più preziosa è il licopene, un pigmento naturale che ha una nota efficacia come antiossidante: 17 kcal su 100 g

Spaghetti al nero di seppia

spaghetti nero seppia

Oggi a pranzo i miei:

Spaghetti al nero di seppia

Li adoro!
E’ un piatto accattivante e deciso con il quale ti sembra di assaporate il gusto del mare.

I benefici apportati dal nero di seppia sono molti. È utile nei casi di stipsi, stanchezza, spossatezza, dolori muscolari, nausea e problemi digestivi.

Grazie alle sue proprietà il suo impiego si estende alla medicina, infatti è scientificamente dimostrato che il nero di seppia, non solo contiene un’alta percentuale di melanina, responsabile della pigmentazione di pelle e capelli, ma anche molte altre sostanze che apportano beneficio al nostro organismo, tanto da essere utilizzato per alleviare diverse patologie.

Il rapporto dei ricercatori, che hanno condotto studi sul nero di seppia sia in Cina che negli USA, evidenzia la presenza di preziosi minerali, proteine, lipidi e aminoacidi che influiscono positivamente sullo stato mentale, quale la taurina e la dopamina.

Il nero di seppia svolge azione radio protettiva e può arginare la crescita dei tumori, affermandosi come un buon antitumorale naturale, antinfiammatorio e antiossidante.

Altro effetto benefico apportato da questo prezioso liquido è dato dalla sua efficacia contro alcuni batteri resistenti agli antibiotici.

Molto utile alle donne in quanto agisce contro i dolori mestruali, contrasta i disturbi della menopausa è un regolatore ormonale.

 

Per avere il nero di seppia ci sono due vie:

  1. comprate una seppia 
  2. lo comprate già estratto 

Se volete provare ad estrarlo dalla seppia con le vostre manine vi consiglio questo video (simpaticamente romanaccio, ma il “ragazzo” mi è bravo).
Come estrarre il nero di seppia

 

Vi lascio la ricetta. Provateli, sono fantastici!

 

INGREDIENTI:
(per 4 persone)

  • 320 g di spaghetti (ma potete anche scegliere altri tipi di pasta come ad esempio le linguine)
  • 1 seppia grande o 2 piccole
  • 4 cucchiai di passata di pomodoro
  • 1 spicchio d’aglio (sostituibile con la cipolla)
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • olio EVO
  • sale
  • pepe
  • acqua q.b.


PROCEDIMENTO:

Dopo aver pulito la seppia e tolto il sacchetto del nero (o fatto far tutto al pescivendolo :p), tagliarla a dadini piccoli. In una pentola rosolare l’aglio (decidete voi se tenerlo in camicia, senza camicia o tagliato a pezzetti per lasciarlo nel sugo. A seconda del vostro gradimento per l'”agliosità”). Con l’aglio unire le seppie a dadini e far sfumare tutto con vino bianco. Girare con un mestolo, quindi aggiungere la passata di pomodoro e un po’ di sale.

Nel frattempo, con addosso dei guanti, incidere la sacca del nero e far fuoriuscire l’interno che si presenterà sodo e gelatinoso. Tenendo il sacchetto dentro una ciotolina versateci sopra acqua calda. L’acqua serve per “lavare” il sacchetto da tutto il nero, quindi non ne servirà tanta. Sciolto il nero in acqua togliere il sacchetto che ormai non serve più. 

Versare sulla prima parte di sugo con le seppie metà del nero misto ad acqua. Mettere un coperchio e lasciar cuocere a fuoco dolce per 40 minuti. Togliere il coperchio, aggiungere eventualmente altro nero di seppia (consiglio di assaggiare per sentire l’intensità del gusto che più vi piace) quindi aggiungere un po’ di pepe e far addensare.

Cuocete gli spaghetti e poi scolateli dentro la pentola col sugo per farli saltare un po’ sul fuoco di modo che sugo e pasta si uniscano.

Buon appetito!

Persico con olive e radicchio

persico olive radicchio

 

Oggi per cena:

Pesce persico con olive e radicchio rosso di Chioggia

Piatto super gustoso, di facile e veloce preparazione. 
2 ingredienti, 20 minuti in padella con coperchio, 2 gocce di limone … ed il piatto è pronto!

Grazie alla sapidità presente nelle olive è possibile evitare l’aggiunta di ulteriore sale.

Una porzione di 100 g ha solo 250 kcal.

 

  • Il pesce persico è una buona fonte di proteine di qualità elevata; apporta acidi grassi insaturi, alleati della salute.
  • Le olive invece contengono acidi grassi monoinsaturi (i cosiddetti grassi buoni). Il consumo di alimenti ricchi di questa tipologia di grassi è associato ad un ridotto rischio di malattie cardiovascolari e contribuisce ad abbassare il colesterolo totale e quello LDL (cattivo).

Sano CON il pesce!

cuorepesceIl pesce, cibo un po’ discusso, sarà un argomento che approfondiremo. Ma intanto iniziamo dalle basi e da un aspetto sicuramente positivo: i suoi acidi grassi omega 3.

Cerchiamo a destra e a sinistra la cura per essere sani in eterno, quando a volte basta semplicemente mangiare in modo corretto. Ovviamente non vi sto dicendo che mangiando tonnellate di pesce rimarrete sani appunto come un pesce, ma sicuramente questo alimento può contribuire ad un invecchiamento sano.

Gli acidi grassi omega 3, soprattutto quelli derivanti dal consumo di pesce, aumentano  di oltre il 20% le possibilità di invecchiare in modo sano. È quanto emerge da uno studio  pubblicato dal British Medical Journal.

Secondo un recente studio Usa, le persone hanno maggiori probabilità di invecchiare senza problemi di salute quando presentano una buona quantità di acidi grassi omega 3 nel sangue.

Gli autori si sono concentrati sul cosiddetto “invecchiamento sano”, ovvero la quantità di anni che le persone subiscono senza sviluppare disabilità o problemi di salute fisici o mentali. I dati esaminati riguardavano 2.622 adulti, che avevano in media 74 anni, seguiti dal 1992 al 2015. Durante l’intero periodo di studio, solo l’11% è invecchiato in maniera sana. Una possibile spiegazione di questo effetto è che gli omega 3 contribuiscono a regolare:

  • la pressione
  • la frequenza cardiaca
  • l’infiammazione

osservano gli autori dello studio.
Precedenti ricerche avevano associato gli omega 3 a:

  • un minor rischio di aritmia (condizione clinica nella quale viene a mancare la normale frequenza o la regolarità del ritmo cardiaco)
  • livello inferiore di lipidi (grassi) nel sangue
  • con meno lipidi nel sangue si avrà un rischio ridotto di formazione di placche arteriosclerotiche che successivamente potrebbero causare l’arteriosclerosi
  • pressione sanguigna leggermente inferiore

 

Sicuramente il pesce fa bene ed, anche per chi non lo ama bisognerebbe provare ad inserirlo nelle pietanze. Iniziare con le piccole quantità è ottimale per abituarsi al gusto. Ne potremmo giovare più avanti!

Come primo tentativo vi consiglio una ricetta molto semplice, adatta anche ai bambini!

 

Polpettine di Merluzzo

Ingredienti:

  • 400g di filetto di merluzzo
  • 1 uovo
  • 10gr di semi di sesamo
  • Prezzemolo q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Farina q.b.
  • Pangrattato q.b.

Procedimento:

Mettere i filetti di merluzzo e il prezzemolo nel mixer e tritate tutto. Versare il composto in una ciotola e unire sale e pepe. Con le mani bagnate formate delle palline. Esse andranno infarinate, passate nell’uovo e alla fine nel pangrattato nel quale avrete aggiunto il sesamo (se vi piace, è un ingrediente facoltativo e sostituibile con altre spezie).

Posare le polpette su carta da forno e versarvi sopra un filo d’olio.

Cuocere a 180° in forno ventilato per 15/20 minuti. Girate le polpette un paio di volte per ottenere una cottura uniforme. Sfornare e servire!

Polpette di merluzzo

Ovviamente il merluzzo è sostituibile da altri pesci tipo sogliola, persico, … che vi piacciono di più.

Per chi è a dieta e deve evitare i grassi è possibile fare queste polpette senza usare le uova. Il pangrattato si attaccherà comunque al pesce grazie all’umidità che contiene naturalmente.

Per chi, come avevamo detto prima, non ama particolarmente il gusto del pesce, si può aggiungere nell’impasto qualche altro sapore che può accompagnare: olive, melanzane, zucca, … anche un po’ di patata lessa. Purtroppo quest’ultima aggiunta equivale ad aumentare i carboidrati del piatto, quindi attenzione a mangiarle nel momento giusto! 😊

Buon appetito!